Cos'è il Rapporto di Autovalutazione (RAV)

 

SNV

 

Il Rapporto di Autovalutazione (R.A.V.) rappresenta la prima fase, che si ripete ogni anno scolastico, di un processo di valutazione delle istituzioni scolastiche, previsto dal D.P.R. n. 80/2013, che ha quale obiettivo prioritario quello di  "promuovere in modo capillare e diffuso su tutto il territorio nazionale, una cultura della valutazione finalizzata al miglioramento della qualità dell’offerta formativa, con particolare attenzione agli esiti educativi e formativi degli studenti", come si legge nella presentazione al RAV sull'apposita pagina del sito del Ministero dell'Istruzione.

Dall'a.s. 2014/2015 tutte le istituzioni scolastiche italiane sono state chiamate a promuovere un’attività di analisi e di valutazione interna partendo da una serie di indicatori e di dati comparati, forniti dal MIUR e a definire il proprio Rapporto di autovalutazione adottando una struttura comune di riferimento attraverso un format on line presente nel portale della valutazione.

Il rapporto fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un'analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento.

Il format per il RAV, che è stato elaborato dall‘ INVALSI ed è il frutto di un percorso di ricerca e sperimentazione che parte dal 2008 e passa attraverso alcuni progetti (Valutazione e Miglioramento, VSQ e VALES), è un documento articolato in 5 sezioni, e 49 indicatori attraverso i quali ogni scuola ha potuto individuare i propri punti di forza e debolezza, mettendoli a confronto con dati nazionali e internazionali, ed elaborare le strategie per rafforzare la propria azione educativa:

  • La prima sezione, Contesto e risorse, permette alle scuole di esaminare il loro contesto, di evidenziare i vincoli e le leve positive presenti nel territorio per agire efficacemente sugli esiti degli studenti.
  • Gli Esiti degli studenti rappresentano la seconda sezione.
  • La terza sezione è relativa ai processi messi in atto dalla scuola.
  • La quarta sezione invita a riflettere sul processo di autovalutazione in corso e sull'eventuale integrazione con pratiche autovalutative pregresse nella scuola.
  • La quinta e ultima sezione consente alle scuole di individuare le priorità su cui si intende agire al fine di migliorare gli esiti, in vista della predisposizione di un piano di miglioramento.

RAV format

Il RAV si configura quindi quale strumento di lavoro comune a tutte le Istituzioni scolastiche per riflettere su sé stesse e pianificare delle specifiche azioni di miglioramento.